venerdì 16 dicembre 2016

Recensione "Un amore firmato Luboutin" di Giulia Rizzi a cura Ilaria Cutrì

Cari lettori, oggi voglio parlarvi di una storia simile ad una favola moderna, capace di trasportarvi in un sogno! Alla fine del romanzo non ho potuto fare a meno di scrivere a Giulia "Sono una blogger- così sembra😉- ogni tanto scrivo qualcosa come Rebecca... Dov'è il mio Leonardo Davies?"
Complimenti a Giulia Rizzi per questa storia romantica e frizzante!




Titolo: Un amore firmato Luboutin
Autore: Giulia Rizzi
Casa editrice: Rizzoli
Collana: Youfeel
Pagine 150
Prezzo ebook 2,99 €

Anno prima edizione 2015
Leggi il primo capitolo
Acquista qui



Sinossi
Rebecca ha trent’anni suonati, vive ancora a Verona nell’appartamento che condivide con le amiche fin dai tempi dell’università, e si barcamena fra un lavoro poco redditizio e la passione per la scrittura. È una donna indipendente e non ha alcun bisogno di un uomo, soprattutto ora che il sogno di una vita è incredibilmente vicino e la possibilità di pubblicare il suo romanzo si fa sempre più concreta. Rebecca è talmente convinta delle proprie idee che è pronta a dichiararle alla trasmissione televisiva alla quale è stata invitata per presentare il suo Lit-blog “Lib(e)raMente”. Ha tutto sotto controllo: domande concordate e risposte accattivanti, essenza di fiori di Bach e scarpe griffate tacco dodici. Il destino, però, decide di metterla alla prova, facendo finire le sue Louboutin, dalla suola rossa fiammante, dritte nelle mani di Leonardo Davies. Per fortuna Reby è una tipa tosta, immune allo sguardo magnetico e al sorriso disarmante del bel modello inglese.. oppure no? Fra sketch tragicomici e odissee familiari, una commedia romantica che fa sorridere e sognare, ma con i tacchi ben radicati a terra.   Mood: Ironico – YouFeel RELOADED dà nuova vita ai migliori romanzi del self publishing italiano. Un universo di storie digital only da leggere dove vuoi, quando vuoi, scegliendo in base al tuo stato d’animo il mood che fa per te: Romantico, Ironico, Erotico ed Emozionante.


La recensione
Chi ha detto che per trovare il principe azzurro c'è bisogno di Cupido?
Giulia Rizzi l'ha licenziato dal suo classico ruolo e al suo posto troviamo delle bellissime Louboutin!
Rebecca Losi è una ragazza con le sue eccentricità, le sue insicurezze, è la fondatrice di un blog letterario e aspira a diventare una scrittrice di romanzi storici dopo essersi laureata in lettere.
Il mondo di Rebecca è ben lontano dalle alte sfere in cui si muove Leonardo Davies, l'affermato modello londinese con cui si scontra prima di un'ospitata televisiva nella quale Rebecca presenta il suo blog.
Il loro primo incontro avviene in un modo così buffo -e qui non vi anticipo il perchè- che non lascia immaginare la possibilità di un secondo.
Invece, contrariamente alle aspettative, Leonardo e Rebecca si ritrovano ad un evento di beneficenza e questo sarà solo il secondo di una serie di incontri.
La Verona di Giulietta, città dell'amore per eccellenza, accoglie questa storia appena nata, offrendo il suo panorama mozzafiato alle vicende narrate.
Le scene tra Leonardo e Rebecca non sono descritte in modo dettagliato, rimangono delicate, impalpabili e sono accompagnate da un briciolo di ironia!
L'autrice non si focalizza solo su i due personaggi principali ma li contestualizza nella vita quotidiana insieme a familiari ed amici con le loro vi
La scena che ho preferito?
Alla fine del libro Leonardo sta attendendo Rebecca sotto casa sua, nella sua mano c'è un regalo per lei e, quando leggendole penserete a un anello da millemila carati... Leonardo tira fuori il tacco che Rebecca aveva perso come una Cenerentola moderna!
Se vi starete chiedendo perchè mi ha colpito proprio questa scena, pensate che le Louboutin sono esattamente come le scarpe di Dorothy Gale e consentono a Rebecca di entrare ed uscire dal mondo stellato di Davies.
Indossatele anche voi ed entrate in questa romantica e frizzante love story!



Giulia Rizzi
Giulia Rizzi, classe '84, vive in un bel paesino in provincia di Verona. Laureata in Scienze dell'educazione e specializzata in Pedagogia, lavora da anni nel campo dell'istruzione e della prima infanzia. Lettrice compulsiva, aspirante scrittrice e gattofila per vocazione, non esce mai senza avere carta e penna nella borsa. Ha esordito nel 2014 con un romanzo fantasy per poi cedere al romanticismo delle favole moderne.