Cerca nel blog

Segnalazione---> "Roma Caput Mundi. L'ultimo Cesare" di Andrea Frediani


«Frediani è un grande narratore di battaglie.»
Corrado Augias

Trama:
L’impero è ormai diviso tra due soli imperatori: Costantino in Occidente, suo cognato Licinio in Oriente. Il loro accordo, però, è molto precario, la diffidenza e l’odio reciproco fortissimi. L’inevitabile rottura tra loro non potrà che condurre a una nuova sanguinosa guerra civile, che consacrerà Costantino padrone assoluto dell’impero. Ma in seno alla sua stessa famiglia si consumano tragedie e intrighi che gettano una luce sinistra sulla sua figura, mentre cresce la fama del suo più tenace avversario, l’ex pretoriano Sesto Martiniano, che non si rassegna ad ammainare la bandiera della tradizione di fronte all’avanzata del Cristianesimo e dei barbari. Battaglie cruente, inganni continui e tradimenti: la storia di Roma s’intreccia ancora una volta con le vite di personaggi coraggiosi, passionali, umani.



«Grande conoscitore del quotidiano annidato nella storia, Frediani usa il particolare come un fregio arricchendo le vicende con precisione, dalle descrizioni degli abiti imperiali fino alle regole dei cerimoniali.»
Sette del Corriere della Sera

Segnalazione---> "Un delitto quasi perfetto" di Jane Shemilt

Trama:
Emma e Adam Jordan sono due medici all’apice della carriera, così quando viene loro offerta l’opportunità di trascorrere un anno in Africa, con i tre figli, per collaborare a un progetto di ricerca, accettano con entusiasmo, convinti sia l’occasione che aspettano da sempre. E sarà di certo un’esperienza che non dimenticheranno, ma non per le ragioni che i Jordan immaginano. Quando una sera Emma torna a casa e trova vuota la culla del piccolo Sam, il più piccolo dei loro figli, la famiglia capisce che il sogno si è trasformato nel peggiore degli incubi. Un anno dopo, a migliaia di chilometri di distanza, Emma è ancora ossessionata dall’immagine di quella culla vuota, e continua a isolarsi sempre di più dal resto della famiglia. Che ne è stato di Sam? È ancora vivo? Si è trattato di un rapimento o di qualcosa di più inquietante? Cos’è successo davvero quella notte?

Dall’autrice del bestseller numero 1 in classifica Una famiglia quasi perfetta

«Una storia appassionante.»
Telegraph

«Una lettura ad alta tensione sulla famiglia, la cui speranza di avventura si trasforma in un incubo.»
You Magazine

«Grande suspance e piccoli tocchi di magia per un romanzo che è una perfetta miscela tra thriller e horror.»
Sunday Mirror

«La disperazione dei genitori è così brillantemente descritta, che si sente ogni fitta di dolore. Il finale emozionante non delude. Una lettura imperdibile!»
Woman Magazine

Segnalazione---> "L'importanza di chiamarti amore" di Anna Premoli

Perché il destino le ha fatto incontrare di nuovo proprio lui?
 Il ragazzo che mai avrebbe voluto rivedere…



Trama:
Giada sa bene di essere una ragazza dal carattere piuttosto difficile, quindi non si stupisce affatto di trovarsi in una fase della propria vita nella quale non va d’accordo quasi con nessuno: con il suo ragazzo storico la situazione è appesa a un filo e del rapporto con i suoi genitori… meglio non parlare. Ma Giada ha un obiettivo ben preciso: laurearsi con il massimo dei voti e il prima possibile. Il resto dei problemi può passare in secondo piano. Così credeva, almeno finché lo stage presso una prestigiosa società di consulenza di Milano non la mette di fronte a quello che per lei è sempre stato il prototipo dei ragazzi da evitare come la peste: Ariberto Castelli, fiero rappresentante del partito delle camicie su misura e dei pullover firmati. E tra loro c’è un precedente molto imbarazzante che potrebbe crearle qualche complicazione che non aveva assolutamente messo in conto...

Vincitrice del Premio Bancarella
Oltre 500.000 copie
«Anna Premoli è capace di tuffare il genere del rosa nazionale in suggestioni internazionali e ben piantate nello spirito del nostro tempo.»
la Repubblica

Recensione "Io prima di te" di Jojo Mores a cura di Ilaria Cutrì.

Titolo Io prima di te
Autore Moyes Jojo
Prezzo  € 14,90
Editore. Mondadori  (collana Omnibus)



Questa è una recensione difficile.
Quando un libro è al centro dell'attenzione mediatica non è mai semplice scrivere le proprie impressioni su di lui, specialmente se queste sono leggermente dissonanti da quelle comuni.   È trascorsa più di una settimana dalla conclusione della mia lettura, ma ero riuscita a trarre delle conclusioni già qualche giorno prima di terminarla. Anzi, precisamente, una notte. Era venerdì  e stavo tentando di terminare il libro quando mi addormentai con il mio e-reader in mano. Mi svegliai poco più tardi e, con gli occhi sbarrati nella notte, mi ritrovai istintivamente a  pensare a Will.  Fu quello il momento in cui compresi che il libro e i suoi personaggi mi avevano conquistato e fu allora che compresi il vero significato di quella storia.

.....

"Io prima di te" è un libro che entra silenziosamente nella tua vita, ti prende per mano e ti fa sedere, letteralmente,accanto a Will.
La storia si svolge con un movimento ciclico, attorno al castello della cittadina inglese in cui sono ambientate le vicende. In realtà, però, la dinamicità  del libro si esprime in un movimento sussultorio dato da un continuo alternarsi di altezze di veduta.
Questo movimento è  stimolante e fa entrare il lettore pienamente nel pezzo di Louisa , costantemente in circolo e costantemente accanto a Will. Louisa è la narratrice della storia e,a mio avviso,la protagonista principale del libro.
Su di lei agisce il potere del cambiamento  e, lentamente, viene fuori la sua vera personalità.  Probabilmente, non ci fosse stato Will, non ci sarebbe stata Lou.
Questo non significa che io consideri il libro come la "storia di un amore che ti cambia la vita" .
L'amore tra i due ragazzi, sebbene al centro della storia, per quanto logisticamente complesso e difficile, l'ho posto sul fondo, in secondo piano in quanto considerare questa storia come una difficile storia d'amore significa perdere il senso del libro.



Questo libro parla di 
amore per la vita,
amore verso sè stessi, 
amore per la libertà.

Il centro del libro è la vita nelle sue sfumature, nei suoi chiaroscuri e Will è il personaggio necessario a far si che Louisa intraprenda un viaggio verso sè stessa, un viaggio che parte dall'anima e la guida all'esterno, verso la libertà.
Lou si libera pian piano da quella prigione, da quello stereotipo della classe media in cui si è fossilizzata in soli ventisei anni e, insieme a Will, inizia a volare verso una Lou che non aveva mai conosciuto, ma che era sempre esistita in silenzio.

Will non può essere considerato il protagonista assoluto.
Penso che egli sia un personaggio necessario al viaggio di Lou e necessario per permettere al lettore di trovarsi in ogni momento ad apprezzare ed essere grato alla vita rendendolo cosciente del valore dell'attimo.

Will è un grande personaggio,ben costruito. I suoi stati d'animo, le su necessità lo fanno sembrare reale. La sua malattia è descritta in modo preciso e dovizioso, in modo semplice e senza che le descrizioni delle sue necessità fisiologiche possano in qualche modo disturbare la narrazione.

Will, é una persona colta e appassionata della vita, del rischio, della felicità.
Ama talmente tanto la vita da prenderla in mano e decidere come viverla.
Fino all'ultima pagina del libro è Will a decidere di se stesso.



Contrariamente a quanti vedono nel finale un atto di viltà,
io leggo un profondo atto di coraggio
e mi schiero al suo fianco 
al di fuori di motivazioni etiche e religiose.


Sarebbe stato più semplice per Will scegliere il contrario di quello che ha fatto.
Ma che senso avrebbe avuto scegliere diversamente se da quella scelta egli non fosse stato più sé stesso?

E' un libro importante,
uno di quelli che tutti dovrebbero leggere,
è un libro che colpisce, 
che urta la sensibilità del lettore.

Personalmente, dal punto di vista emozionale, lo colloco vicino a un classico della narrativa contemporanea italiana scritto da  Susanna Tamaro; "Và dove ti porta il cuore".

Lo stile è semplice, ma mai banale e riflette la semplicità e la profondità di Louisa, che narra la storia in prima persona.

"Io prima di te" è' il racconto di due vite che si ribaltano.
E' il racconto di Louisa, 
una ragazza con troppi pesi 
sulle spalle per i suoi ventisei anni, 
una ragazza la cui vita 
non sembra essere 'sbocciata' appieno.
E' il racconto di Will, 
la cui vita era sbocciata da un po' e che 
qualcuno ha deciso di cambiare senza rimedio.


E' un racconto che consiglio a tutti di leggere e cui conferisco la seguente valutazione!

                                   


P.s. ho già acquistato il sequel, ma attendero' un pò prima di leggerlo.


Informazioni libro

A ventisei anni, Louisa Clark sa tante cose. Sa esattamente quanti passi ci sono tra la fermata dell'autobus e casa sua. Sa che le piace fare la cameriera in un locale senza troppe pretese nella piccola località turistica dove è nata e da cui non si è mai mossa, e probabilmente, nel profondo del suo cuore, sa anche di non essere davvero innamorata di Patrick, il ragazzo con cui è fidanzata da quasi sette anni. Quello che invece ignora è che sta per perdere il lavoro e che, per la prima volta, tutte le sue certezze saranno messe in discussione. A trentacinque anni, Will Traynor sa che il terribile incidente di cui è rimasto vittima gli ha tolto la voglia di vivere. Sa che niente può più essere come prima, e sa esattamente come porre fine a questa sofferenza. Quello che invece ignora è che Lou sta per irrompere prepotentemente nella sua vita portando con sé un'esplosione di giovinezza, stravaganza e abiti variopinti. E nessuno dei due sa che sta per cambiare l'altro per sempre. "Io prima di te" è la storia di un incontro. L'incontro fra una ragazza che ha scelto di vivere in un mondo piccolo, sicuro, senza sorprese e senza rischi, e un uomo che ha conosciuto successo, la ricchezza e la felicità, e all'improvviso li ha visti dissolversi, ritrovandosi inchiodato su una sedia a rotelle. Due persone profondamente diverse, che imparano a conoscersi senza però rinunciare a se stesse, insegnando l'una all'altra a mettersi in gioco.

Informazioni autrice

È nata ed è cresciuta a Londra.
MOYES JOJOHa lavorato come giornalista da Hong Kong per il «Sunday Morning Post» e per dieci anni all’«Indipendent», ma dal 2002, dopo il successo del suo primo romanzo, si dedica a tempo pieno alla narrativa.  È autrice di oltre sette romanzi, tutti best seller internazionali e vincitori di numerosi premi letterari.  In Italia sono stati pubblicati: Foto di famiglia (Sonzogno, 2003), Silver Bay (Mondadori, 2009), L'ultima lettera d'amore (Elliot, 2011), Io prima di te (Mondadori, 2012), Luna di miele a Parigi, La ragazza che hai lasciato,Una più Uno (Mondadori, 2014), Un weekend da sogno (Mondadori, 2015) e Dopo di te (Mondadori, 2016). Vive in una fattoria dell’Essex con il marito giornalista e i suoi tre figli.

Segnalazione---> " Solo una storia d'amore e di troppe paturnie - volume 2" di Momi Gatto

Titolo: Solo una storia d'amore e di troppe paturnie - volume 2
Autore: Momi Gatto
Collana: La trilogia delle paturnie
Genere: Romanzo rosa
Pagine: 496
Prezzo ebook: 2,99€ (Fino a Giugno, i volumi 1 e 2 in promo a 0,99€)
Disponibile nei maggiori ebook store, qui il link Amazon:
http://www.amazon.it/Solo-una-storia-damore-paturnie-ebook/dp/B017793S4G/ref=pd_ecc_rvi_2?ie=UTF8&qid=1446543867&sr=8-1


TRAMA:
In Solo una storia d'amore e di troppe paturnie, Giulia e Davide si sono incontrati, sono diventati amici e, ognuno coi propri tempi, hanno scoperto di amarsi. In questo secondo capitolo della “Trilogia delle paturnie”, li vediamo gestire gli inizi del loro rapporto... una gestione che non sempre li trova sulla stessa lunghezza d’onda.
Solo una cosa potrebbe aiutarla nello scontro epico coi suoi timori, ascoltare senza filtri ciò che le dice Davide. Invece Giulia propende per i classici piedi di piombo imbrigliando sentimenti e impulsi, ma farlo con uno come lui si rivela presto impossibile. La schiettezza del pallanuotista, unita alle continue stoccate mirate a farle abbassare la guardia, la convincono ad abbandonare il lato oscuro delle paranoie. Peccato però che, nonostante lui ci si avvicini in modo quasi indecoroso, il ragazzo perfetto non esista. Detto ciò, alzi la mano chi non ha scambi di vedute col proprio innamorato, chi non ci litiga, chi non ha avuto una crisi... autorizzata o meno che fosse. Riuscirà il caratterino caparbio e frizzante della nostra protagonista a sostenerla nel tenere testa a quel turbine senza freni che è il suo fidanzato?
Il punto di vista di Davide ha qui un po' più spazio, per permettervi di comprendere come ragiona e farvi aumentare l’infatuazione per lui… oppure la voglia di prenderlo a calci, chissà. Anche gli amici sono più presenti, pronti a intervenire bruscamente o meno quando il cervello dell'una o dell'altro rischia di implodere causa sovraccarico di emozioni.

Segnalazione---> "Solo una storia d'amore e di troppe paturnie" di Momi Gatto

Titolo: Solo una storia d'amore e di troppe paturnie
Autore: Momi Gatto
Collana: La trilogia delle paturnie
Genere: Romanzo rosa
Pagine: 540
Prezzo ebook: 2,99€  (Fino a Giugno, i volumi 1 e 2 in promo a 0,99€)
Disponibile nei maggiori ebook store, qui il link Amazon:
http://www.amazon.it/Solo-storia-damore-troppe-paturnie-ebook/dp/B00NPPUM6O/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1414698483&sr=8-1&keywords=Momi+gatto




TRAMA:

Solo una storia d'amore e di troppe paturnie, è un romanzo fresco, genuino e divertente. Racconta il turbinio di emozioni e le ostinate ragioni del cuore che, senza alcuna possibilità di difesa, portano Giulia a innamorarsi perdutamente di Davide. A partire dal loro primo incontro, l’autrice lascia assaporare al lettore emozioni e pensieri della protagonista svelando, con ironia e leggerezza, insicurezze, sogni e sentimenti, che iniziano a minare le certezze della ragazza e a sconvolgere la sua vita, non senza imbarazzi, gelosie e batticuori. Attraverso un cambio di narratore, anche l’emotività di Davide sarà scandagliata, restituendo al libro una dimensione più profonda. Come due calamite, Giulia e Davide non potranno fare a meno di cercarsi e, nonostante le apparenze dicano il contrario, la loro amicizia non potrà che trasformarsi di fronte all’affinità dei due e al desiderio di amarsi, al di là di ogni calcolo, ritrosia e orgoglio, lasciandosi trasportare dalla magia che scaturisce dai loro cuori.

Liebster Blog Award 2016

Liebster Blog Award 2016 è un premio che viene dato a blogger meritatoveli che hanno meno di 200 followers e passa di blog in blog!
Sono molto, molto  felice di aver ricevuto ben tre nomine!!! Ringrazio Twins Books Lover, Sogni d'inchiostro e Leggere tra le nuvole che mi hanno assegnato questo premio!

In cosa consiste? Per scoprirlo vi basta dare un'occhiata al post, in questo caso un pò lungo,dato che le nomine sono due, quindi sono doppiamente felice!!! :)




Ecco il regolamento: 
1) Ringraziare chi ci ha premiato
2) Scrivere qualcosa sul blog che preferite
3) Rispondere alle 11 domande del blogger che ci ha nominato
4) Scrivere, a piacere, 11 cose su di te
5) Nominare a tua volta 11 blog con meno di 200 followers
6) Formulare 11 domande per i blogger nominati
7) Informare i blogger della nomination

Le mie risposte alle domande di Gioia e Debora..

1. Il miglior film tratto da un libro
Il Conte di Montecristo, quello del 2002!

2. Un personaggio letterario che ami
Mi ha sempre affascinato Dorian Gray..

3. Cosa canti sotto la doccia?
Mmmm... nulla!

4. Ultimo film visto al cinema
Macbeth, a gennaio.

5. Quale serie tv vorresti vivere in prima persona? Nei panni di chi?
Nessuno in particolare.

6. Cosa non ti piace dell'essere "blogger"?
Avere troppo poco tempo per dedicarmi come vorrei fare...spero di recuperare, sto già migliorando ;)

7. Sogno o son desto?
Sogno E son desto!

8. Saga preferita (letteraria e/o cinematografica)
Carlos Ruiz Zafon con la trilogia de "L'ombra del vento"!!! L'ho amata, una suspense continua, colpi di scena, intrecci, flashback  e feedback. Ben scritta e bella storia... E poi, quello sfondo intriso di surrealismo che adoro, non solo nella lettura, ma anche nella fotografia!

9. Devi creare un costume per un cosplay, chi scegli di interpretare?
Un personaggio della letteratura classica, magari Sybil Vane.

10. Programma tv preferito
L'unico nome che mi spinge ad accendere il televisore è Alberto Angela! Ottimo divulgatore, trasmissioni valide come qualità di livello culturale. Ce ne sono veramente poche, pochissime purtroppo in TV.

11. Hai qualche particolare "ossessione da lettore"?
Leggere due o più libri contemporaneamente, anche se credo non possa essere definita una ossessione. 



E adesso, le risposte alle domande di Nancy!

1) Oltre ai libri, quale passione hai?
Le mie passioni sono, da sempre, la scrittura, il disegno e l'arte... oltre la lettura,ovviamente! :)

2) Regaleresti o doneresti, ad una associazione o biblioteca, i tuoi libri?
Assolutamente si! Specialmente se si tratta di bambini o di persone che non credono nel potere di un libro.

3) Cosa ti piace della lettura (e dell'editoria in generale)?
Della lettura amo le possibilità che ti offre, è una chiave che apre interi universi, mondi sepolti dentro noi stessi, sotto la spessa coltre dell'IO, oppure mondi così sconosciuti e lontani che il solo pensare di raggiungerli è un sogno ad occhi aperti!

4) Cosa non ti piace?
Mmmm.... non mi piace avere poco tempo per leggere!!!

5) In quale città letteraria ti piacerebbe vivere?
Dublino, a spasso per il Trinity Collage dove studiò Oscar Wilde.

6) Quale personaggio hai odiato di più?
Non c'è un personaggio che odio in assoluto. Ci sono varie caratteristiche di alcuni personaggi librosi che non sopporto, ma che, evidentemente, dovevano essere così data la loro presenza nel libro. Un esempio? In "Una famiglia quasi perfetta" non mi piace Naomi. Si, ecco, ve l'ho confessato!

7) Il libro peggiore che hai letto?
Tanti....tanti....preferisco non citarli.. 

8) Il libro più bello che hai letto e che non ti aspettavi ti piacesse.
Và dove ti porta il cuore di Susanna Tamaro.

9) Compri libri perché vanno di moda nei blog, o per intuito? Ti fai influenzare?
Non seguo i best seller, le super classifiche e le varie pubblicità. Cerco di andare contro corrente a quello che è al centro dell'attenzione "mediatica" del momento.

10) Ti sei mai pentita di aver acquistato un libro acclamato dal pubblico e che poi hai trovato        deludente?
Finora non mi è capitato...

11) Come deve essere il tuo libro ideale?( Per avere un 5 stelle per intenderci)
Quattro stelle possono essere il coronamento di molti libri. Per avere le mie cinque stelle l'autore deve avere una scrittura che riesca a catturarmi...e non è facile! Una storia bella ed emozionante è facile da scrivere, il problema è come la scrivi!

Le mie risposte alle domande di Gresi:
1) Secondo te, a lettura conclusa di un romanzo, c'é sempre una morale?
Si. A volte esplicita, altre meno...
2) Ad un lettore o una lettrice che non ha ancora letto uno dei tuoi romanzi preferiti, quale consiglio gli daresti per farlo?
Consiglio a chiunque e sempre come prima lettura "L'ombra del vento" di Zafon
3) Pensi che la pila di romanzi che compongono gli scaffali della tua libreria rispecchiano il tuo animo di lettrice?
Ho qualsiasi tipo di libro in libreria, ma nelle letture sono molto selettiva.
4) C'è una storia, in particolare, che ha influenzato la tua vita?
No.
5) Nel campo dell'editoria attualmente stanno spopolando una miriade di generi. E, dopo le 50 sfumature di grigio, il genere erotico ha messo radici e fatto strage di cuori. Quali sono le tue idee in merito a questo genere? Cosa pensi della sua rapida diffusione?
E' un genere che, in mano ad una adolescente può diventare un'arma, verso sè stessa.
6) Attribuisci un significato particolare alle copertine dei romanzi?
No. Non le considero in modo significativo.
7) Hai abitudini particolari quando leggi?
No.
8) Qual'é il primo ricordo che hai della lettura?
Non terminai il libro, passò del tempo rima che ricominciassi a leggerlo da zero e a finirlo. Non riesco mai a lasciare le storie a metà, anche se non mi piacciono.
9) Credi che l'amore visto attraverso i romanzi e le commedie romantiche, che il pubblico femminile sembra apprezzare così tanto, sia conforme alla realtà? E l'amore consumato, come quello di alcuni protagonisti della lettura, diventa amore eterno proprio perché non è stato mai vissuto pienamente?
Credo che noi donne ci facciamo davvero del male a credere che l'amore dei libri possa esistere esattamente per come è sulla carta. La realtà è ben diversa.
10) Dalla pila di libri che hai sul comodino, ce n'è uno che stai apprezzando particolarmente?
L'ottava nota, Rebecca Brandewyne!!!!
11) C'é un romanzo che ti sarebbe piaciuto scrivere e che invece è stato qualcun altro a scrivere.
                                                                            Mi ripeto...L'ottava nota, Rebecca Brandewyne!!!!

E ora...... 11 cose su di me! :)
1) Sto scrivendo una storia e ho in mente altri due romanzi
2) Amo ricevere in regalo dei libri o dei buoni da spendere in libreria 
3) Il mio scrittore preferito è Oscar Wilde
4) Amo io mare
5) Avrei voluto vivere nell'epoca della dinastia Tudor
6) I miei generi preferiti sono i classici, i thriller, i romanzi e le biografie storiche
7) La cosa che mi colpisce di più in una persona è il modo di esprimersi e di parlare l'italiano
8) Una delle mie passioni è disegnare abiti
9) Leggo più di un libro contemporaneamente
10) Cerco sempre di convincere chi non legge ad iniziare da "L'ombra del vento" di Zafon
11) Ho un debole per la cioccolata fondente



Infine..... 11 domande per voi!!!
1) Qual è il vostro scrittore preferito?
2) Qual è il vostro genere preferito?
3) Leggete solo libri editi da Case editrici o anche romanzi auto-pubblicati?
4) Se vi regalassero un libro che non vi piace?
5) Che tipo di segnalibro usate?
6) Cartaceo o e-reader?
7) Capitoli brevi o lunghi?
8) Genere musicale preferito?
9) Piatto preferito?
10) Qual è la vostra top 5 dei libri letti?
11) Che progetti hai per il tuo blog?

I blog che nomino e ricevono il premio di Liebster Blog Award 2016 sono i seguenti:

  1. La nicchia letteraria
  2. Un libro nel cassetto
  3. Sogni d'inchiostro 
  4. Thecurlyhairereaders
  5. Leggerendo
  6. La sognatrice di libri
  7. Melamangialibri
  8. Laspacciatricedilibri
  9. Starlightfeeling
  10. Bibliophilie
  11. Lerecensionidellalibraia



Segnalazione---> La meraviglia degli anni imperfetti di Clara Sánchez

«Come le nuvole nel cielo di Madrid, i fortunati romanzi di Clara Sánchez volano per mesi o anni in vetta alle classifiche.»
Elisabetta Rosaspina, «Corriere della Sera»

«Clara Sánchez colleziona premi e lettori con la sperimentata ricetta dell'affondo nell'animo umano.»
Silvana Mazzocchi, «la Repubblica»

«Nessuno come Clara Sánchez riesce a collegare i sentimenti e le azioni come trame di uno stesso disegno.»
«El País»

Cosa c'è dietro una vita perfetta?
Sei pronto a scoprirlo?
Devi trovare il coraggio.
Solo così avrai delle risposte.

La luna illumina d'argento la stanza. Fran ha sedici anni e vuole fuggire da quelle mura, da sua madre che non si è mai occupata di lui. Nel piccolo sobborgo di Madrid in cui è cresciuto passa le sue giornate con l'amico Eduardo e sua sorella Tania, di cui è perdutamente innamorato. I due ragazzi non potrebbero essere più diversi da lui. Figli di una famiglia benestante, frequentano le scuole e gli ambienti più esclusivi. Eppure Fran sente che dietro quell'apparenza dorata si nasconde qualcosa. Quando Tania sposa all'improvviso un uomo dal passato oscuro, i dubbi si trasformano in certezze. Eduardo comincia a lavorare per il cognato e tutto cambia. È sempre più solitario e nulla sembra interessargli. Fran ha bisogno di sapere come stanno veramente le cose. Ma la risposta non è mai stata così lontana. Perché Eduardo gli consegna una chiave misteriosa da custodire chiedendogli di non parlarne con nessuno. E pochi giorni dopo scompare. Da quel momento Fran ha un solo obiettivo: deve sapere cosa è successo. Deve scoprire cosa apre quella chiave. Il suo amico si è fidato di lui. La ricerca lo porta a svelare segreti inaspettati. Lo porta su una strada in cui è sempre più difficile trovare tracce di Eduardo. Perché ci sono indizi che devono rimanere celati e a volte il silenzio dice molto di più di tante parole.
Clara Sánchez è un'autrice da un milione e mezzo di copie vendute in Italia. Nel suo paese è l'unica ad aver vinto i tre più importanti premi letterari: Alfaguara, Nadal e Planeta. Con il suo primo libro, Il profumo delle foglie di limone, è da anni in classifica. I lettori e la stampa più prestigiosa la adorano. La meraviglia degli anni imperfetti è un romanzo sulla forza e il coraggio di un ragazzo che scopre come tutto intorno a lui stia cambiando.
Crescere vuol dire anche accettare che non esistono verità assolute, che la vita mette sempre davanti all'imprevisto. Ma non bisogna mai perdere la voglia di sapere, di scoprire, di domandare. Anche se può far paura.

Segnalazione---> L'amore è un disastro di McGuire Jamie


«Jamie McGuire ha iniziato a scalare le classifiche e non si è più fermata.»
la Repubblica

Non posso fare a meno di amarti.
Ma il mio cuore ha paura.
Solo tu puoi proteggerlo.


Nel cortile del college America cammina sicura di sé. I suoi lunghi capelli biondi le scendono sbarazzini sulle spalle. Nessuno penserebbe mai che dietro quell'aria da ragazza matura si nasconda invece un animo fragile. Solo Shep riesce a leggere la verità dentro ai suoi occhi. Perché è l'unico Maddox che non ha paura delle sue emozioni. Per lui la sensibilità non è un limite, ma una forza. Tra i due è amore a prima vista. America trova in Shep il porto sicuro dove abbassare le vele e godersi finalmente il mare che si perde all'orizzonte.
Ma quando ci sono in gioco i sentimenti niente è semplice. Anche l'intesa più profonda deve superare degli ostacoli, deve mettersi alla prova. Soprattutto se i tuoi migliori amici sono Travis e Abby, la coppia perfetta. Due anime gemelle che non riescono a vivere l'una senza l'altra. Il loro legame è una meta che sembra irraggiungibile ora che hanno deciso di giurarsi amore per l'eternità. Shep vuole prendere il loro esempio, mentre America ha paura di fare un passo così importante. Ha paura dell'intensità di quello che prova per lui. Ci vuole coraggio per affidarsi totalmente ad un'altra persona. All'improvviso tra loro ci sono parole in sospeso. Parole non dette il cui silenzio ha un rumore assordante. E a nulla valgono i consigli di Abby e Travis.
Fino al giorno in cui decidono di partire insieme per un weekend. Due giorni che dovrebbero essere come tanti altri. Ma che cambieranno ogni cosa. Perché ci sono momenti in cui la razionalità non ha potere. Momenti in cui i sentimenti sono più forti delle proprie scelte. Momenti in cui il destino sa leggere quello che c'è in fondo al cuore e che non si riesce ad ammettere nemmeno a sé stessi.
Finalmente le fan di Jamie Mcguire sono state accontentate. Da mesi chiedevano di conoscere i particolari della storia d'amore tra America e Shep due personaggi tanto amati della trilogia di Uno splendido disastro. Abby e Travis hanno il difficile ruolo degli amici che devono proteggere quello che unisce due persone a cui vogliono bene. Un romanzo che è un inno al coraggio di rischiare, di mettersi in gioco, di amare.

Segnalazione---> Splendi più che puoi di Sara Rattaro

«Sara Rattaro ha una sensibilità che si infila tra le pieghe dei racconti.»
«Elle»

«Un'autrice che ha conquistato il consenso di critica e pubblico.»
«La Repubblica.it»

«Sara Rattaro è amatissima dai lettori.»
«Corriere della Sera.it»

UNA STORIA PROFONDA IN CUI DAL DOLORE FIORISCE LA SPERANZA.
IN CUI L'AMORE FA MALE, MA LA VOGLIA DI TORNARE A ESSERE FELICI È PIÙ POTENTE DI TUTTO

Per tutti gli sbagli commessi.
Per tutto l'amore da dare.
Per tutti i sogni del cuore.
È per questo che torniamo a splendere.

L'amore non chiede il permesso. Arriva all'improvviso. Travolge ogni cosa al suo passaggio e trascina in un sogno. Così è stato per Emma, quando per la prima volta ha incontrato Marco che da subito ha capito come prendersi cura di lei. Tutto con lui è perfetto. Ma arriva sempre il momento del risveglio. Perché Marco la ricopre di attenzioni sempre più insistenti. Marco ha continui sbalzi d'umore. Troppi. Marco non riesce a trattenere la sua gelosia. Che diventa ossessione. Emma all'inizio asseconda le sue richieste credendo siano solo gesti amorevoli. Eppure non è mai abbastanza. Ogni occasione è buona per allontanare da lei i suoi amici, i suoi genitori, tutto il suo mondo. Emma scopre che quello che si chiama amore a volte non lo è. Può vestire maschere diverse. Può far male, ferire, umiliare. Può far sentire l'altra persona debole e indifesa. Emma non riconosce più l'uomo accanto a lei. Non sa più chi sia. E non sa come riprendere in mano la propria vita. Come nascondere a sé stessa e agli altri quei segni blu sulla sua pelle che nessuna carezza può più risanare. Fino a quando nasce sua figlia, e il sorriso della piccola Martina che cresce le dà il coraggio di cambiare il suo destino. Di dire basta. Di affrontare la verità. Una verità difficile da accettare, da cui si può solo fuggire. Ma il cuore, anche se è spezzato, ferito, tormentato, sa sempre come tornare a volare. Come tornare a risplendere. Più forte che può.
Sara Rattaro è un'autrice amata dai lettori italiani e di tutta Europa. Nel 2015 ha vinto il prestigioso premio Bancarella per il suo romanzo Niente è come te, che ha conquistato i librai e la stampa più autorevole. Con Splendi più che puoi riesce di nuovo a sorprendere e a emozionare. Una storia profonda in cui dal dolore fiorisce la speranza. In cui l'amore fa male, ma la voglia di tornare a essere felici è più potente di tutto. Perché non c'è ferita che non possa essere rimarginata.

Segnalazione---> Lo strano viaggio di un oggetto smarrito di Basile Salvatore

«Un libro che, come fosse un sogno, invita a perdersi, per ritrovarsi.»
Chiara Gamberale

«Viaggiano, gli oggetti smarriti. Cercano l'amore perduto. Non tradiscono, non si lamentano. Michele li raccoglie, ma l'unico oggetto smarrito al quale non riesce a trovare casa è proprio il suo cuore abbandonato.» 
Maurizio de Giovanni 

«Il debutto italiano che è già un caso editoriale internazionale.»
Publishers Weekly

È la storia di un ragazzo che ha dimenticato cosa significa essere amati.
È la storia di una ragazza che ha fatto un patto con la felicità, nonostante il dolore.
È la storia di due anime che riescono a colorarsi a vicenda per affrontare la vita senza arrendersi mai.


C'è sempre un colore che può illuminare i nostri sogni

Il mare è agitato e le bandiere rosse sventolano sulla spiaggia. Il piccolo Michele ha corso a perdifiato per tornare presto a casa dopo la scuola, ma quando apre la porta della sua casa nella piccola stazione di Miniera di Mare, trova sua madre di fronte a una valigia aperta. Fra le mani tiene il diario segreto di Michele, un quaderno rosso con la copertina un po' ammaccata. Con gli occhi pieni di tristezza la donna chiede a suo figlio di poter tenere quel diario, lo ripone nella valigia, ma promette di restituirlo. Poi, sale sul treno in partenza sulla banchina. 
Sono passati vent'anni da allora. Michele vive ancora nella piccola casa dentro la stazione ferroviaria. Addosso, la divisa di capostazione di suo padre. Negli occhi, una tristezza assoluta, profonda e lontana. Perché sua madre non è mai più tornata. Michele vuole stare solo, con l'unica compagnia degli oggetti smarriti che vengono trovati ogni giorno nell'unico treno che passa da Miniera di Mare. Perché gli oggetti non se ne vanno, mantengono le promesse, non ti abbandonano.
Finché un giorno, sullo stesso treno che aveva portato via sua madre, incastrato tra due sedili, Michele ritrova il suo diario. Non sa come sia possibile, ma Michele sente che è sua madre che l'ha lasciato lì. Per lui.
E c'è solo una persona che può aiutarlo: Elena, una ragazza folle e imprevedibile come la vita, che lo spinge a salire su quel treno e ad andare a cercare la verità. E, forse, anche una cura per il suo cuore smarrito.

Questa è la storia di un ragazzo che ha dimenticato cosa significa essere amati. È la storia di una ragazza che ha fatto un patto della felicità, nonostante il dolore. È la storia di due anime che riescono a colorarsi a vicenda per affrontare la vita senza arrendersi mai. Salvatore Basile ci regala una favola piena di magia, emozione e speranza. Un caso editoriale che ha subito conquistato il cuore di tutte le case editrici del mondo, che se lo sono conteso acerrimamente alla fiera di Francoforte. Una voce indimenticabile, che disegna un sorriso sul nostro cuore.




Narratori Moderni 

250 pagine 
€ 16.40

Incontro con un Best Seller: Io prima di te di Jojo Mores!

Chi non ha letto questo libro non può capire.

chi lo ha letto non può che augurarsi che il film sia 

all'altezza.....


Vi lascio con qualche frase tratta dal libro "Io prima di te" di Jojo Mores,
ho appena terminato la lettura e a breve caricherò online la mia recensione che,
vi avverto, sarà leggermente diversa dalle altre del blog.

Vi lascio il link del TRAILER UFFICIALE e quello di un SECONDO TRAILER molto bello, che sta circolando in rete. 




"Mi era piaciuto lavorare in quel bar. Era bello sapere tutto ciò che c'era da sapere sul The Buttered Bun e conoscere i dettagli della vita delle persone che lo frequentavano. Mi ero sentita a mio agio là."









 «È così impossibile?»
«Treen, lui mi odia. Mi guarda come se fossi qualcosa che il gatto ha trascinato in casa. E non beve neppure il tè. Lo sto evitando.»
«Non posso crederci.»
«Come?»
«Parlagli, santo cielo! È naturale che sia infelice. È inchiodato su una maledetta sedia a rotelle, e probabilmente la tua presenza è inutile. Parlagli. Cerca di conoscerlo. Cos'hai da perdere?»
«Non lo so... Non so se ce la faccio.»










«Louisa mi ha detto che lei è un personal trainer. In cosa consiste il suo lavoro?»
Avrei tanto voluto che non l'avesse chiesto. 
«In effetti, quando Lou ha detto che sarebbe venuto ho pensato di dare un'occhiata ai miei manuali per vedere se ci fosse qualche tipo di fisioterapia da consigliarle.»
Lo champagne mi andò di traverso. «È roba da specialisti, Patrick. Non credo che tu sia la persona più adatta.»
«Ho una competenza specialistica. Mi occupo di infortuni sportivi. Ho una preparazione medica.»
«Questa non è una caviglia slogata, Pat. Credimi.» (...)
Quando Patrick riprese a parlare, c'era una debole nota di vittimismo nel suo tono di voce. «È solo una ricerca che pensavo potesse essere utile. Ma non dirò altro.»
Will alzò lo sguardo e sorrise, il volto inespressivo, gentile. «Lo terrò certamente in considerazione.»





«Allora, ha voglia di andare da qualche parte questo pomeriggio? Potremmo fare un giro in macchina, se le va.»
Will si voltò verso di me. «Dove avrebbe in mente di andare?»
«Non so. Una gita in campagna, magari?»
«In campagna» ripetè, come se ci stesse riflettendo. «E che cosa vedremmo? Gli alberi? Il cielo?»
«Non so. Cosa fa di solito?»
«Io non faccio niente, Miss Clark. Non posso più fare niente. Sto seduto. È già tanto se esisto.»
«Sto solo cercando di...»
«Miss Clark, la mia vita non trarrà alcun miglioramento significativo da un giro in macchina lungo i viottoli di campagna di Stortfold.» Si allontanò.
Presi un bel respiro, cercando di dare un tono sicuro alla mia voce. «D'accordo... bene... visto che trascorreremo tutto questo tempo in reciproca compagnia, forse potremmo raccontarci qualcosa l'uno dell'altro...»
Infine udii il ronzio della carrozzina, e Will si girò lentamente per mettersi di fronte a me.
«Ecco cosa so di lei, Miss Clark. Mia madre sostiene che è una chiacchierona.» Lo disse come se fosse una sciagura. «Possiamo fare un patto in base al quale lei sarà molto taciturna con me?»
Incassai, sentendomi avvampare.
«Bene» risposi quando fui nuovamente in grado di parlare. «Sono in cucina. Se desidera qualcosa, basta che mi chiami.»






"Conoscevo così bene il suo corpo. Lo conoscevo come non avevo mai conosciuto quello di Patrick, i suoi punti di forza e quelli più vulnerabili, le cicatrici e gli odori. "














" Gli occhi di Will scorrevano su e giù sul mio vestito. Soltanto in quel momento mi accorsi che indossava la camicia e un completo. Appena rasato e con i capelli in ordine, aveva un'aria sorprendentemente attraente. Quando lo vidi, non potei fare a meno di sorridere. Mi tolsi il foulard.
«Sei uno schianto, Clark» disse piano. «Davvero.» ".



























«Io voglio che lui viva. Ma voglio che viva se è lui a desiderarlo. Se non è così, se lo costringiamo a tirare avanti, non importa quanto gli vogliamo bene: diventiamo solo degli altri stronzi che gli impediscono di fare le sue scelte.» (...)
«Non posso assolutamente lasciare che accada, Nathan.» 
Lui non disse nulla. 
«Non posso.» 
Fissai il mio passaporto abbandonato sul tavolo della cucina. Era terribile. Sembrava appartenere a una persona completamente diversa. Qualcuno la cui vita, il cui modo di essere, non avrebbe mai potuto avere nulla a che vedere con me. Rimasi a fissarlo, riflettendo.




" Avevo ventisei anni e non sapevo chi fossi veramente. Fino al momento in cui avevo perso il lavoro, non me lo ero mai chiesto. Pensavo che magari avrei sposato Patrick, messo al mondo un paio di bambini, e mi sarei trasferita a pochi isolati da dove avevo sempre vissuto. A parte una certa stravaganza nell'abbigliamento e il fatto che sono un po' bassa, non sono poi così diversa da chiunque potreste incontrare per strada. Probabilmente non vi voltereste a guardarmi una seconda volta. Una ragazza normale che conduce una vita normale. In effetti, mi andava bene così. "




«Non è questione di darti una possibilità. In questi sei mesi ti ho visto diventare una persona completamente diversa, che sta soltanto iniziando a vedere le sue potenzialità. Tu non hai idea di quanto questo mi abbia reso felice. Non voglio che tu sia legata a me, ai miei appuntamenti in ospedale, alle limitazioni della mia vita. Non voglio che tu ti perda tutto quello che qualcun altro potrebbe darti. E, egoisticamente, non voglio che un giorno tu mi guardi provando anche il minimo rimpianto e pietà»





«È solo che... Non posso sopportare il pensiero che tu rimanga qui per sempre.» Deglutì. «Sei troppo intelligente. Troppo interessante.» Distolse lo sguardo da me. «Hai soltanto una vita. Ed è tuo dovere fare di tutto per viverla pienamente.»



"Per qualche tempo ti sentirai a disagio nel tuo nuovo mondo.

Ci si sente sempre disorientati quando si viene sbalzati fuori dal proprio angolino rassicurante...

C'è fame in te, Clark. C'è audacia. 

L'hai soltanto sepolta, come fa gran parte della gente.

Vivi bene. Semplicemente, vivi."

Con amore, Will.

Biblioteca apostolica vaticana

La Biblioteca apostolica vaticana è la biblioteca che la Santa Sede ha organizzato e curato in Vaticano a partire dal Quattrocento; possiede una delle raccolte di testi antichi e di libri rari fra le più importanti al mondo risalenti al I secolo d.C.
Non perdete una visita alla suggestiva Biblioteca Vaticana che conserva conserva più di 180.000 volumi manoscritti e d’archivio oltre a custodire una delle raccolte di testi antichi e di libri rari fra le più importanti al mondo.

Biblioteca nazionale Marciana, Venezia

La Biblioteca nazionale Marciana (ovvero la biblioteca di San Marco) è una delle più grandi biblioteche italiane e la più importante di Venezia. Contiene una delle più pregiate raccolte di manoscritti greci, latini ed orientali del mondo.
Nota anche come
Biblioteca Marciana, Biblioteca di San Marco, Libreria Marciana, Libreria Sansoviniana, Libreria Vecchia o Libreria di San Marco, si trova sulla parte inferiore di Piazza San Marco, tra il Campanile di San Marco e la Zecca.